SIEMENS TRUCK TOUR

EFFICIENZA ENERGETICA: È L’ORA DI AGIRE! 

_DSC8801VENERDÌ 10 MAGGIO 2013 dalle 9.00-18.00, IN OCCASIONE DELL’ENERGY EFFICIENCY TRUCK TOUR PRESSO IL POLO TECNOLOGICO 3ELAB DEL GRUPPO COMOLI FERRARI A NOVARA , SIEMENS PRESENTERÀ IL PROPRIO PORTFOLIO DI PRODOTTI E SERVIZI OFFERTI PER IL RISPARMIO ENERGETICO IN AMBITO INDUSTRIALE. SPECIALISTI SIEMENS SARANNO A TUA DISPOSIZIONE PER ILLUSTRARTI, CON POSTAZIONI FUNZIONANTI, LE SOLUZIONI D’AUTOMAZIONE INDUSTRIALE: CONTROLLORI SIMATIC, PANNELLI HMI E STANDARD DRIVES SINAMICS, SIRIUS INNOVATION

 

 

 

 

 

 

 

Nella giornata saranno presentati:

I servizi a valore aggiunto

  • Performance energetiche di stabilimento
  • Audit energetici per conoscere opportunità di risparmio

Le soluzioni per conoscere i consumi

  • Strumenti per il monitoraggio
  • Software di visualizzazione e controllo dei consumi e delle spese energetiche

Le soluzioni per il risparmio

  • Motori ad alta efficienza (IE3)
  • Inverter per la regolazione dei carichi
  • Elettromeccanica efficiente
  • Automazione di fabbrica

Per maggiori informazioni su come ridurre i tuoi consumi energetici ed essere più competitivo contatta l’ufficio tecnico Comoli Ferrari automazione@comoliferrari.it – quadri@comoliferrari.it

_DSC8817 _DSC8759 _DSC8710 _DSC8650

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

PERCHÉ PARLIAMO DI EFFICIENZA ENERGETICA?

L’ITALIA HA PREZZI DELL’ENERGIA SUPERIORI AI SUOI CONCORRENTI  EUROPEI. TALE FATTORE MINA IN MODO GRAVE LA COMPETITIVITÀ DI TUTTO IL SISTEMA ECONOMICO ITALIANO.

PERCHÉ PAGHIAMO DI PIÙ:

  • IL MIX DI PRODUZIONE ELETTRICA È BASATO SU GAS E RINNOVABILI (ALTO COSTO DI PRODUZIONE)
  • GLI INCENTIVI ALLA PRODUZIONE RINNOVABILI SONO PARTICOLARMENTE ELEVATI:  OLTRE IL 20% DELLA BOLLETTA (ESCLUSE LE IMPOSTE) È DESTINATO AGLI INCENTIVI
  • ALTRI COSTI DOVUTI A POLITICHE PUBBLICHE PER “ONERI DI SISTEMA”  (SMANTELLAMENTO NUCLEARE, REGIMI TARIFFARI SPECIALI) ED INEFFICIENZE DIFFUSE COME I COLLI DI BOTTIGLIA NELLA RETE (SICILIA-CONTINENTE)
  • IL FABBISOGNO ENERGETICO ITALIANO È COPERTO ALL’84% DALLE IMPORTAZIONIA DIFFERENZA DI UNA MEDIA EUROPEA PARI AL 53%