GIRO DEL MONDO

La Tesla Roadster è la prima auto elettrica di serie a fare il giro del mondo, con una spesa totale di 300 euro. A bordo, il tedesco Rafael De Mestre, che ha completato il “Giro del mondo” percorrendo 28mila km attraverso 13 Paesi.
Il viaggio è iniziato a Barcellona e si è concluso in Francia, a Strasburgo, non senza dover affrontare una serie di imprevisti, compreso un incidente piuttosto grave, che ha danneggiato l’auto alcune settimane fa. Nessun ferito, solo uno stop di tre giorni per rimettere a posto la vettura – completamente distrutta nella sua parte anteriore – e ripartire.

Del resto il tour è stato segnato dagli imprevisti sin dalla partenza. Il via era infatti previsto solo dopo la consegna di una Roadster modello S nuova fiammante. Ma la notizia della partenza di due piloti francesi che, a bordo di una Citroen C-Zero elettrica, avevano un obiettivo simile , ovvero percorrere 15mila miglia in otto mesi, ha sparigliato le carte, e Rafael si è accontentato della Roadster che già possedeva per partire al volo, nel maggio 2011. Obiettivo: raggiungere e superare il team della C-Zero. Come attestato sul sito dell’evento, ce l’ha fatta.

L’impresa ha richiesto 126 giorni, di cui 60 trascorsi al volante, tra Spagna, Andorra, Francia, Svizzera, Germania, Stati Uniti, Cina, Kazakistan, Russia, Ucraina, Romania, Ungheria e Austria, fino al traguardo, tagliato a Strasburgo. Il tutto con ricariche di elettricità del valore totale di 300 euro, seguendo le indicazioni di chargelocator per trovare di volta in volta il punto di ricarica più vicino.
La Tesla Roadster è un’auto sportiva a due posti, con motore elettrico trifase a trasmissione monomarcia a coppia continua, capace di raggiungere una velocità massima di oltre 200 km/h e di accelerare da 0 a 100 km/h in 3,7 secondi.

E’ stata progettata in California, a Palo Alto, dall’azienda di Elon Musk, già nota per aver ideato il sistema di pagamento PayPal. La Roadster ha un computer di bordo che permette di scegliere tra cinque modalità operative – Maximum Performance, Maximum Range, Standard, Storage, Valet – e che regole la ricarica delle batterie al litio. Vanta un’autonomia fino a 392 chilometri (ma dai test l’autonomia reale si ferma a 300 km). Una ricarica al 100% dura circa 3 ore e mezzo, mentre una ricarica all’80% si fa in due ore: ma solo se si ha a disposizione un modulo da 70 ampere, da circa 2.500 euro.

Se si utilizza il normale impianto elettrico di casa servono 10/15 ore. Una ricarica costa circa 10 euro. Ha freni a rigenerazione elettrica e una carrozzeria in fibra di carbonio. Nonostante il costo – circa 100mila dollari – la sua commercializzazione non ha subito arresti. Anzi, il 21 settembre scorso Tesla Motors ha annunciato l’apertura di 10 nuovi negozi solo nel Nord America. Il primo in Italia ha aperto nel febbraio 2011, a Milano.
Nel prossimo futuro per Tesla si parla di un nuovo modello 100% elettrico per Mercedes (alla quale fornisce già le batterie della Smart EV), e la realizzazione della Rav4 elettrica per Toyota. Nel 2013 arriverà poi la nuova Model S, una berlina sportiva, e il Model X, un suv elettrico ad alte prestazioni.

Comunque, se siete appassionati di gare e di auto elettriche, c’è ancora tempo per iscrivervi al prossimo evento, in programma tra settembre e ottobre 2013 e in partenza ancora una volta da Barcellona. Si cercano team con auto 100% elettriche, basta un po’ di spirito d’avventura e l’iscrizione al sito di ecoraces.

 

DA IL “SOLE 24 ORE”